11°C
giovedì 28 gen
  • Semaforo dell'Eremita

    Come arrivare al Semaforo dell’Eremita di Capo Gallo? (Mondello)

    Il Semaforo dell’Eremita, a Mondello (Capo Gallo) è un’attrazione turistica di Palermo recentemente molto visitata. L’edificio, di epoca borbonica, si trova sul Monte Gallo ed è stato oggetto di interventi artistici a tema religioso da parte di un eremita che si fa chiamare Isravele e che afferma di essere stato incaricato da Dio in sogno di creare un santuario per salvare le anime e decorarlo.

    Per visitarlo il percorso parte da via Tolomea a Mondello e, dopo circa un’ora di salita a piedi su quello che presto diventa un sentiero ripido e seguendo i segnali, porta in cima. Nel piano dello Stinco si passa all’interno di un bosco di conifere e sulla sinistra si notano i resti della Torre Amari (detta Dammusu), oltre a un panorama mozzafiato che comprende il Bauso rosso, una falesia.

    Nel faro vive un eremita, che non sempre permette l’accesso ai locali, decorati con pezzi di vetro colorati, pietre, tegole e ceramica dallo stesso che si fa chiamare Isravele, che racconta di avere sognato Dio che gli avrebbe indicato il luogo per creare un santuario per salvare le anime e la “via Santa” per raggiungerlo.

    Come arrivare al Semaforo dell'Eremita di Capo Gallo? (Mondello), 5.0 out of 5 based on 1 rating
    • Semaforo dell'Eremita
    Palermo
  • Lascia una risposta (linee guida)

Da Rosalio - il blog di Palermo